X Factor 4, Zona Reality da i numeri. Le pagelle della decima puntata: Davide raggiunge la perfezione, immeritata l’uscita di Ruggero. Serataccia per Nevruz

VOTA ZONA REALITY AI LIBERO MOBILE AWARDS! VOTARCI E’ SEMPLICE, BASTA UN “MI PIACE” COME QUELLO DI FACEBOOK!

Lo spettacolo del classico sabato sera unito alla feschezza della musica di oggi firmata X Factor 4. Un inedito connubio  che ha portato ad una decima puntata ricca di emozioni.

Oltre alla novità dell’andare in onda di sabato, i sei talent in gara hanno dato vita ad un’agguerritissima doppia manche. Due brani ciascuno da preparare in pochi giorni: saranno stati tutti all’altezza? Andiamolo a scoprire con le pagelle di Zona Reality.

Come sempre seguiamo la scaletta della puntata e partiamo dunque dalla prima manche, in cui i ragazzi hanno omaggiato alcune tra le sigle tv che hanno fatto la storia della musica in televisione:

KymeraL’aria del sabato sera… inzia proprio con loro, con questo brano di Loretta Goggi che apriva ogni puntata di “Fantastico ’79”. Dopo aver spaziato da un genere all’altro, ecco la prima vera performance convincente: vocalmente puliti, semplici e per questo efficaci, con un’ottima intensità. L’aria del sabato sera ha fatto bene… in tutti i sensi. Voto 7

DavideArriva la bomba… esplosa fin dall’inizio ma che ha continuato a fare scintille per nove settimane. E non si smentisce neanche in questa prima manche; la canzone di Jhonny Dorelli è la storica sigla tv del programma “Jhonny Sera”. Grinta e freschezza sempre al massimo, intonazione come al solito impeccabile nonostante la “distrazione” delle belle ragazze che gli ammicano intorno. Voto 7,5

Nathalie – l’unica donna superstite canta Fortissimo, pezzo di Rita Pavone e sigla tv del programma “Studio 1”. Ci mette come sempre classe e grinta. L’unico neo è lo stesso fatto presente dalla Tatangelo: canta con un certo velo di tristezza quasi tutti i pezzi. Questo non le consente di alzare il livelo delle sue performance. E’ un diesel, ma deve ingranare questa benedetta marcia. Appannata. Voto 6

Stefano – canta Domenica è sempre domenica del trio Garinei-Giovannini-Kramer, sigla tv del programma “Il Musichiere”. Ancora frenato da tutta la tensione che lo trascina nel corso della settimana e, aggiungerei ingiustamente, fino all’ultimo secondo che precede la sua performance. Non convince nell’intonazione ma sembra in netta ripresa. Voto 6

Nevruz – la prova con le tanto bistrattate sigle tv è arrivata: canta Mille e una sera, sigla tv dell’omonima trasmissione, cantata dai Nomadi. Se spesso si è sorvolati sull’intonazione, questa volta non si può proprio fare eccezione; le imperfezioni vocali sono troppo evidenti per non essere marcate, in più spinge in maniera eccessivamente forzata rendendo il tutto poco godibile. Trovare una sigla tv per Nevruz era un’impresa… ed è restata tale. Voto 4,5

Ruggero – Dove sta Zazà è il titolo della canzone di Gabriella Ferri e dello storico programma tv. Misurarsi con un’artista simile è impresa per chiunque, ma Ruggero sorprende ancora tutti: balla, canta, recita… un vero showman. E siccome parliamo di sigle tv, di Sabato sera e di show televisivi, lui rappresenta tutto questo in una manciata di minuti. Ballottaggio immeritato per il migliore della manche. Voto 7,5

Passiamo ora alla seconda manche:

Davide – non c’è limite al meglio! In Come together dei Beatles è semplicemente eccezionale. Dentro il pezzo con tutto se stesso; più che un cantante in gara sembra l’ospite internazionale di turno. Il brano è perfettamente fatto per lui, che ha colto l’occasione al volo (lampo di genio della Mara alla decima puntata) regalando una performance sublime. Max Tortora dice di lui: “E’ un disco, ogni volta che canta è un’incisione”. Che altro aggiungere? Voto 10

Kymera – l’effetto del sabato sera svanisce e purtroppo torniamo a tutto ciò che ormai succede da nove puntate a questa parte. Cantano Uprising dei Muse: questa svolta rock non mi convince. Viene fatta passare come “saper cantare qualsiasi genere”, ma a me sembra più una mossa disperata alla ricerca di una precisa identità. Scelta coraggiosa, ma che non ha pagato. Voto 5,5

Nathalie – canta Brass in the pocket dei Pretenders. Questo suo modo di cantare così raffinato, unito ad un’anima decisamente rock, la rende molto originale, unica nel suo genere. E’ capace di calarsi con classe in brani di questa levatura, difettando però nell’apparire, dando un’immagine poco convincente. Credo sia l’unico caso in un mondo (quello della musica) in cui tutti si sentono forti ma poco credibili, lei è esattamente il contrario. Originale anche in questo. Voto 7

Stefano – i progressi mostrati nella prima manche sono ancor più evidenti in questa performance: You are not alone di Michael Jackson. Questi sono i suoi brani ed è in questi che riesce a dare il meglio. Anche vocalmente risulta attento, impreciso in alcuni punti ma pulito. E’ da qualche puntata che non si vedeva uno Stefano così sicuro. Ritrovato? Voto 6,5

NevruzGioia e Rivoluzione… ma nelle sue performance c’è molto meno la prima, tanto invece la seconda. La premessa però va fatta: portare un brano degli Area è difficilissimo. Carica la performance, forse troppo, ma questo è decisamente più il suo mondo. Diciamo che non è la sua migliore puntata, bocciato anche dal pubblico che lo manda per la prima volta a rischio eliminazione. Migliora la serata, ma non la salva dalla pessima “sigla tv”. Voto 6

Considerazioni finali: il primo dato che va fatto notare riguarda Stefano, l’unico dei cantanti mai finito a rischio eliminazione. In molti lo danno in finale dietro a Davide e Nevruz, proprio i due che questa sera hanno messo a segno rispettivamente la migliore e la peggiore performance di tutta l’edizione di X Factor 4. I Kymera bene a metà, immeritata l’eliminazione di Ruggero.

Che ne pensate? Chi sono stati per voi i migliori e i peggiori della serata? (Clicca qui per rileggere le pagelle delle scorse puntate)

Annunci

8 Responses to X Factor 4, Zona Reality da i numeri. Le pagelle della decima puntata: Davide raggiunge la perfezione, immeritata l’uscita di Ruggero. Serataccia per Nevruz

  1. dea ha detto:

    Non sono per niente d’accordo in particolare su nathalie!Secondo me le sue sn state le migliori performance della serata.Lei è naturalmente artista:timbro particolare,tecnica,interpretzione.Trovo che sora tata abbia fatto una critica pretestuosa,solo per gettere fango sulla canatante..sinceramente trovo che il punto di forza di nathalie sia proprio l’interpretazione e non è assolutamente vero che non ride mai!Mi sn rigurdata tutte le sue performance e devo dire che sn ben inquadrate nell’interpretzione del testo..,poi se una deve ridere per ammiccare o tanto per farlo si va alla corrida nn ad xfactor.Trovo invece che daVIDE NN SIA STATO IL MIGLIORE affatto.Tecnicamente chapeau ma perde nell’interpretzione perchè è sempre uguale,sempre la stessa faccia..forse è un po’acerbo,un timbro che mi ricorda anche an giovane di talent,un certo marco carta.Però ha un bel faccino e questo in tv paga.I kimera non mi sn piaciuti…ruggero sempre la solita pappa e nevruz sottotono.

  2. giulia ha detto:

    Per chi fosse interessato volevo segnalarvi questi video dove Nathalie canta delle canzoni scritte da lei http://www.nathaliemusic.it/music/

    e quest’altro dei Damage Done, un gruppo che ora si è sciolto, di cui Nathalie ha fatto parte nel 2004 come cantante e coautrice

  3. Federico ha detto:

    Davide è stato grandioso. Una padronanza del palco ed una vocalità che rasenta la perfezione. Deve vincere.

  4. Mariane ha detto:

    Anche a me Nathalie è piaciuta moltissimo, in tutte e due le manches.Il fatto che trasmetta una sorta di malinconia quando canta non è affatto un indizio di debolezza, al contrario. E’ qualcosa che rende unica e personale l’atmosfera che crea intorno a sè cantando,Nathalie riesce a trasmettere emozioni e poi io la adoro perchè unisce classe ed eleganza, e una grande femminilità, ad un timbro aggressivo, non privo di asperità, decisamente unico. Non mi sembra che non abbia il temperamento di una rocker, semmai il contrario. Sa interpretare i brani adattandoli alla propria personalità senza voler strafare e rispettandoli, e nello stesso tempo personalizzandoli. E’ ammirevole anche il fatto che parli di musica con competenza, e poi è bellissima.
    Il ballottaggio di Nevruz per me è stato qualcosa di allucinante, ancora non ci credo, devo dire che ho provato e provo molta rabbia,e che considero l’atteggiamento del pubblico e dei critici o presunti tali la conferma più palese dei giudizi negativi espressi da Nevruz sulla tristezza di un certo modo di fare televisione.
    Qualcuno mi spieghi come è possibile che un concorrente non sia stato messo in difficoltà dal fatto che è da giorni che non fa che subire critiche,e da personaggi da cui il pubblico si fa influenzare.
    Nevruz è stato criticato solo perchè ha avuto il coraggio di dire quello che pensa, con quel buffone di Malgioglio prima, riguardo alla scelta della manche delle sigle poi.
    E ho notato che queste critiche lo hanno davvero buttato a terra. Benedetta Mazzini e Pierpaolo Peroni lo hanno ripreso come uno scolaretto. Quell’arrogante di Scanzi come al solito se ne esce con la storia di Nevruz che è quello che si da arie da artista maledetto senza esserlo;da tanto lo aspettava al varco e stavolta ha avuto l’occasione per colpirlo.
    Poi in serata, ci voleva pure la Cuccarini, che a mio parere si è alterata solo perchè ha preso come qualcosa di personale la critrica di Nevruz alle sigle, a ritornare con questo tormentone e ad uscirsene con la cazzata di accostere Nevruz a Marilyn Manson.
    Chiunque si sia preso la briga di interessarsi a Nevruz non solo come “personaggio” ma anche come artista, dovrebbe sapere che certo Marilyn Manson non è tra i suoi artisti di riferimento; è uno che per esempio conosce benissimo il rock alternativo italiano, è vero che ama il gothic ma nella sua scheda nomina i Cure, non Marilyn Manson.
    E’ questo modo di banalizzare un artista etichettandolo con i soliti pregiudizi che non sopporto.
    Nevruz ha qualcosa che fa sognare certi personaggi maledetti del romanzo gotico, certe fantasticherie allucinate di un grandissimo come E.T.A. Hoffmann,se leggi I Masnadieri di Schiller ritrovi un sacco di lui nella figura tormentatissima, affascinante, carismatica,a tratti insopportabile e a tratti struggente, crudele e dolcissima, patologica a tratti ma irresistibile del protagonista Karl Moor…( cosa che vedevo tantissimo anche nei The Bastard; il degno antagonista di Karl Moor, il tormentato e inquietante Franz per me potrebbe essere solo il grandissimo Jacopo Broseghini. Mi piacerebbe troppo vederli su un palco insieme, sentirlo cantare con Nevruz, questo al di là di tutto) e non posso non pensare a Nevruz senza ricordare tutto quello che ha vissuto e scritto un grandissimo rocker avant la lettre come l’artista maledetto Lord Byron…Sono un pò esagerata ( troppo! )quando parlo di Nevruz, ma per me Nevruz è tutte questo cose…Probabilmente lui per primo non sarebbe d’accordo con il modo in cui io lo vedo,ma dovevo dirlo.
    Detto questo, queste sono cose che fanno parte di Nevruz, Nevruz è così.
    E’ uno che se ne è andato di casa prestissimo e si è sempre dovuto arrangiare vivendo da solo, è uno che si è sempre ribellato.E molte devono essere le cose che non sappiamo. Non è uno che recita. Può non piacere, certo, ma non lo puoi accusare di fingere.
    Poi proprio la sua dissacrante e a tratti feroce ironia e autoironia fa di lui un grandissimo; era presente anche in un pezzo struggente come quello di Modugno, lo spirito di Pasolini lui era riuscito a renderlo proprio in questo modo, da una parte entrando nel pezzo con tutta l’intensità di cui lui è capace, dall’altra con questa capacità straordinaria di guardarsi dal di fuori, disprezzandosi quasi…Una prova da grande, grandissimo artista.
    Detto questo: Nevruz ieri sera è stato coraggioso, molto coraggioso. Un grandissimo.
    Mille e una sera è un pezzo che io conoscevo, e posso dire che Augusto Daolio è un bel banco di prova per ogni cantante.
    E lui l’ha superato.
    Certi acuti di Augusto, come quello su ” vivrò”, Nevruz li ha fatti un’ottava sopra, cantando con una potenza di cui ben pochi interpreti sono capaci.
    Altro che lo sfiatatissimo Marilyn Manson; certe cose sono degne delle quattro ottave di estenzsione di un garndissimo come Hansi Kursch dei Blind Guardian, il classico esempio di come una voce rauca, aggressiva, per alcuni gutturale e per nulla tecnica -dal vivo poi non è MAI preciso -arrivi molto di più di quanto non facciano voci tropo plasmate dallo studio.
    Con il pezzo degli Area poi è stato da paura.
    I vocalizzi all’inizio erano di una difficoltà estrema da eseguire; torno a ripetere che il modo di cantare di Nevruz è unico, e che lui è coraggiosissimo a non piegarsi, ea non adattarsi. E’ pazzesco quel timbro profondo, quasi infernale, che ti sembra provenga dalle viscere della terra, da una sorta di oltretomba pagano; come è pazzesca la potenza della sua voce.
    In ballottaggio il pezzo di Mina lo ha fatto divinamente, e nel brano a cappella mi ha fatto tremare, davvero da svenimento. Un cazzotto nello stomaco ben assestato a tutti i suoi detrattori in malafede e senza argomenti.
    Sono troppo contenta che sia rimasta; il ballottaggio non ha fatto che dimostrare quanto vale.
    NEVRUZ SEMPRE!!!!

  5. lory ha detto:

    NEVRUZ PATETICO E ANCORA PIù PATETICO ENRICO RUGGERI CHE DOPO TANTE CRITICHE A NEVRUZ NON HA AVUTO IL CORAGGIO DI ELIMINARLO….A MARIANE DICO: FORSE HAI PROBLEMI CON L’AUDIO DELLA TV O HAI SEGUITO UN ALTRO SHOW…PERCHè GLI UNICI BRIVIDI CHE HA DATO NEVRUZ ERANO D’ORRORE PER LA VOCE ASSOLUTAMENTE STONATA!!!
    RUGGERO FOREVER!!!!ERA E RESTA IL MIGLIORE ..SICURAMENTE NE SENTIREMO ANCORA PARLARE…E DIVENTERA’ UN GRANDE…NEVRUZ NON POTRA’ FARE NEANCHE IL CANTANTE DA STRADA!!!

    • Mariane ha detto:

      Ciao Lory.
      Anche a me Ruggero piaceva moltissimo anche se quello che fa non è il mio genere, ma anch’io sono convinta che abbia molto talento. Il pezzo che ha cantato richedeva una grande maturità oltre alla capacità di divertire, e lui, al di là dell’eliminazione, ha superato la prova di un brano che ha fatto veramente storia.Poi penso che un cantante debba essere anche un bravo attore e Ruggero ha dimostrato di esserlo; il fatto che così giovane abbia già degli studi di teatro alle spalle è ammirevole.
      Riguardo a Nevruz: la sua voce non è certo tecnica ma potente e soprattutto capace di esprimere suggestioni che non ho ritrovato in nessun altro cantante di X Factor e in ben pochi fuori.La sua voce mi fa pensare molto al genere doom metal, un genere in cui il pathos è tutto anche a discapito della tecnica e in cui la voce sembra essere il canale di sfogo di un malessere sia fisico che psicologico espresso in modo primario, immediato, in cui tutto è distorto, disturbato, patologico, oscuro…dove l’imperfezione e anche tutto quello che è urtante diventano fonti di bellezza e di pathos.
      Di artisti tecnicamente ineccepibili ne sono passati parecchi ad X Factor, e sono spesso la prova del fatto che facilmente l’eccesso di tecnica, di studio e di autocontrollo si rivelano un limite all’espressione, all’immediatezza, alla capacità di esprimere e comunicare emozioni.
      Penso che il modo di cantare di Nevruz, distorto e ” disturbato”, sia frutto di una scelta, di una ricerca, e qualcosa di voluto da parte di un artista che dimostra di avere una creatività enorme e di voler seguire sempre le strade più difficili, i percorsi più accidentati e rischiosi, di non accontentarsi mai dell’ovvio.
      Asperità e imperfezioni mi sembrano insomma precise scelte stilistiche da parte di una persona che vive la musica come un vero e proprio inquietante psicodramma e che in altre occasioni di tecnica ha dimostrato di averne tanta.
      …Non è un problema se lo si contesta. Per me è sempre un piacere fare due chiacchiere su Nevruz…Almeno per un pò chi mi conosce ne sarà risparmiato!!

  6. farfalla ha detto:

    comunque enrico ruggeri e un grande e stato davvero un signore.era difficile da scegliere chi eliminare.per quello che ha fatto il nome ruggero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: