X Factor 4, Zona Reality da i numeri. Le pagelle dell’undicesima puntata: male i Kymera, Nevruz bene solo a metà. Davide e Nathalie dominano la seconda manche. Stefano poco incisivo

Un’undicesima puntata di X Factor 4 decisiva per i cinque talent in gara. Chi passa va dritto in Semifinale, avendo così la possibilità di far ascoltare il proprio inedito e la propria musica.

Anche questa puntata, come la precedente, è caratterizzata da una doppia manche. E proprio nella seconda i ragazzi sono stati accompagnati al piano da Morgan. Come sarà stata la loro performance? Chi ha effettivamente meritato il passaggio in Semifinale? Scopriamolo con le immancabili pagelle di Zona Reality.

Partiamo dalla prima manche:

Davide – da il via alla serata con Pride (in the name of love) degli U2, un brano che si presta molto alla sua voce… Voce che questa sera regge ma con fatica. Il ragazzo non è al top e in alcuni momenti si sente che vorrebbe spingere ma è frenato. Nonostante questo risulta ancora una volta convincente, perchè è la sua personalità a fare la differenza. Voto 7

Nevruz – quando il brano è azzeccato (canta Pigro di Ivan Graziani) lo fa suo come pochi. Il problema è capire se questa sua originalità piaccia oppure no. Il pubblico lo vota, ma predilige il cantante o il personaggio? Perchè è chiaro che i due cozzano, difficilmente sono riusciti a convivere sul palco. Questa volta canta, e quando lo fa crea sempre un alone di curiosità attorno a lui che non è cosa da poco. Non sarà unico, sicuramente è raro. Voto 6,5

Kymera – il gruppo ha il pezzo probabilmente più forte, She di Elvis Costello. Sono loro che invece mancano di convinzione, sembra quasi siano stati mandati lì sul palco all’ultimo minuto. Per nulla coinvolti dal brano, peccano spesso nell’intonazione e questo a dimostrazione di come la loro tecnica sia tanto raffinata quanto imprecisa. Spaesati. Voto 5

Nathalie – lei è sicuramente la concorrente che deve fare della ribellione un punto fermo. Cantare Under the bridge dei RHCP vuol dire svestirsi del proprio mondo e cucirsi addosso uno stile che con lei ha davvero poco a che fare. E infatti, seppur brava, è la prima a dare la sensazione di non essere convinta della performance. Impresa. Voto 6

Stefano – A mano a mano di Riccardo Cocciante è uno di quei brani che tirano fuori la sua enorme intensità. Sembra di tornare alle prime puntate, quando l’emozione giocava a suo favore e rendeva la sua esibizione, seppur imprecisa, un concentrato di emozioni in nemmeno due minuti. L’intonazione traballa ma alla fine passa in secondo piano, e questo la dice lunga sull’interpretazione a parer mio quasi impeccabile. Voto 6,5

Passiamo ora alla seconda manche, quella che ha visto protagonista il pirata Morgan:

Stefano – canta Non arrossire, brano del mai dimenticato Giorgio Gaber. Parte male ma finisce decisamente in crescendo. Deve però stare attento alle note alte, perchè ci arriva con troppa ansia e questo lo fa stare quasi in apnea. Una performance non eccezionale, poteva sicuramente fare di meglio. Voto 6

Nevruz – se il caos è una forma d’arte merita un 10, se invece l’arte è tutt’altro allora la sufficienza si vede col binocolo. Canta Home dei Depeche Mode e lo fa in due modi: nella prima parte decisamente convincente, senza voglia di strafare o distruggere il brano, nella seconda invece riprende quel fastidioso timbro cupo che in alcuni punti è addirittura inascoltabile. Troppe personalità e troppe voci. Ma chi è il vero Nevruz? Voto 5,5

Davide – riuscire a fare sua anche Sally di Vasco Rossi vuol dire davvero che il ragazzo è pronto per il mercato discografico. Che personalità… e che grinta! Ci mette poi un’intensità che rare volte si era vista nelle sue performance, ma che la canzone richiedeva per rendere l’esibizione azzeccata. Cuore e tecnica in lui convivono che è una meraviglia. Voto 8

Nathalie – Elio la manda allo sbando per la seconda volta in una serata: canta Blue di Joni Mitchell. Brano difficilissimo, che fatto al piano è ancora più complicato. Ma al tempo stesso fa emergere una classe e una voce invidiabili. Resta la difficoltà del pezzo, ma Nathalie lo rende di una semplicità quasi esagerata. Convincente, ma anche coraggiosa. Voto 7,5

Considerazioni finali: i Kymera non hanno brillato e direi che il pubblico al TILT li ha decisamente salvati da una serata che aveva tutto per risultare tra quelle da dimenticare in fretta. Davide ancora sopra tutti, mentre la classe di Nathalie avanza meritatamente. Nevruz bene solo a metà. Stefano non ha dato quello che doveva per ambire alla Semifinale.

E voi che ne pensate? (clicca qui per rileggere le pagelle delle precedenti puntate).

Annunci

5 Responses to X Factor 4, Zona Reality da i numeri. Le pagelle dell’undicesima puntata: male i Kymera, Nevruz bene solo a metà. Davide e Nathalie dominano la seconda manche. Stefano poco incisivo

  1. Nepenthes ha detto:

    modificato da TheMan
    [capisco tutto, ma non vi sembra di esagerare un pò? Buoni si, ma fessi no!]

  2. Bambolina 97 ha detto:

    comunque Nathalie nella prima manche a me è sembrata molto molto brava !!

  3. Mariane ha detto:

    Anche a me i Kymera sono sembrati decisamente sottotono questa volta.
    E dire che nella puntata precedente mi avevano letteralmente entusiasmata soprattutto nella seconda manche, in cui sono stati particolarmente coinvolgenti.
    Questa volta mi sembravano totalmente fuori da quello che stavano cantando, quello che mi è arrivato è stata una performance particolarmente fredda ed anonima.
    Nevruz l’ho trovato pazzesco nel brano di Ivan Graziani; anche stavolta ha dato prova di avere un carisma di attore notevole e ha reso in modo graffiante lo spirito irriverente e ribelle e il sarcasmo amaro del testo. Sapeva benissimo che cosa stava cantando e si vedeva. Ha saputo renderlo; poi l’incontro tra lui e Morgan l’ho trovato toccante, davvero sono molto simili e per me l’affiatamento maggiore MOrgan l’ha avuto con Nevruz nella seconda manhce.
    Davvero mi sembravano due amici che cantavano insieme e questo mi conferma quanto Nevruz sia grande.
    Quella che in assoluto mi ha dato più emozioni in questa puntata è stata Nathalie; mi piace sempre di più.Trovo gratuite e un pò ottuse le critiche di chi si ostina ad affermare di non vedere in lei un temperamento da rocker: non credo esista lo stereotipo del cantante rock, e penso chi vi aderisse in tutto e per tutto sarebbe una tristissima macchietta e non un artista, e trovo Nathalie molto al di sopra di tutto questo.Detto questo nel brano dei Red Hot Chili Peppers mi è piaciuta moltissimo. Ha un timbro graffiante, aggressivo, di cui sa servirsi sempre con eleganza e senza mai voler strafare, senza mai mirare ai forti effetti.Se c’è una cosa che mi piace di Nathalie è che lei non cerca di dimostrare niente a nessuno. Nella seconda manche poi è stata sublime, davvero una delle esibizioni più belle di questa edizione. Ha dimostrato di non saper soltanto cantare sporco, bensì di avere una voce capace di suggestioni potentissime, di essere un’artista di un magnetismo fuori dal comune. Davvero la sua performance mi sembrava una sorta di viaggio allucinato in una dimensione di sogno,mi ha letteralmente rapita. Nathalie è semplicemente splendida, non trovo le parole per definirla.
    Stefano ha cantato benissimo il pezzo di Cocciante, direi che anche tecnicamente l’ho trovato del tutto a posto, molto meno convincente in ” Non arrossire”, ma del resto secondo me è un azzardo assegnare a un ragazzo così giovane proprio un brano di Gaber; anche la scorsa edizione assegnare questo difficile autore è costato l’eliminazione degli Horrible Porno Stuntman.
    Detto questo, Stefano continua a dimostrare di essere una persona veramente splendida, mentre sono rimasta un pò delusa dai Kymera che ho appena sentito scagliarsi contro Morgan in un confessionale ad extra factor: penso che siano stati gratuitamente offensivi, che cercare di scaricare su qualcun altro la colpa ( come se poi ce ne fossero) del proprio ballottaggio sia sinto,mo di immatirità e che le critiche di Morgan fossero più che costruttive, e che loro stessi avrebbero potuto trarne vantaggio.Peccato perchè li credevo diversi. E poi affermare che Morgan non si è rivelato un artista è pesante, dai.
    Davide non mi è piaciuto affatto nel brano degli U2 ma è stato fantastico in “Sally”; sono d’accordo sul fatto che stavolta è stato notevole anche dal punto di vista dell’interpretazione.

  4. fabry ha detto:

    DAVIDE fantastico e interpretazione da grande in Sally mentre in Pride l’errore dei tecnici di avergli messo la base con la tonalità sbagliata lo discolpa da un’interpretazione comunque da 10.
    NATHALIE brava ma non mi convince mai in pieno
    NEVRUZ – troppo caricatura anche se divertente
    KYMERA non mi hanno mai convinto ma riconosco la loro sensibilità
    Voti:
    DAVIDE 10
    NATHALIE 7
    NEVRUZ 6
    KYMERA 6

  5. lapo ha detto:

    i kimera non mi piacciono e lo ridico.
    nevruz ha troppe voci e per questo non si capisce bene cosa voglia essere.
    magnifica natalie e bravo esageratamente il mio preferito davide!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: