X Factor 4, Zona Reality da i numeri. La pagella finale della vincitrice: Nathalie, voto 7-

X Factor 4 ha portato al trionfo per la prima volta una donna: Nathalie Giannitrapani. Un’ascesa dimostrata anche dalle pagelle di Zona Reality, che evidenziano nel percorso una fase di appannamento vissuta a metà programma. Questo avrà inciso nella sua  media finale?

Andiamo dunque a scoprire la sua pagella, riperorrendo tutti i voti ottenuti puntata dopo puntata:

Prima puntata – è lei a rompere ufficialmente il ghiaccio, e lo fa nel migliore dei modi. Canta America della Nannini che fa subito sua già dalle prime note. Si vede che il pezzo è nelle sue corde: grinta, voce e tanta personalità. Non meritava il ballottaggio. Voto 7

Seconda puntata – Aiuto, sembra sia una componente dei Muse. Canta Time is running out e conferma quanto dimostrato con America della Nannini. Fa suoi i brani che canta, ci mette grinta e personalità senza dimenticarsi dell’intonazione che resta pulita per tutta la performance. E per una graffiante come lei, mantenersi intonata in tutte le note è un fatto che le giocherà sempre a favore. Veterana. Voto 7

Terza puntata – sulla falsa riga di Dorina, anche la cantante di Elio vuole stupire e lo fa con Piccolo uomo di Mia Martini. E anche stavolta fa suo il pezzo, si butta anima e corpo dentro la canzone e il risultato è sempre sopra le righe (in senso positivo). Grinta e personalità che ancora stonano con la sua immagine… ma questo è un altro discorso, perchè lei sicuramente non stona e si sente. Combattente. Voto 7

Quarta puntata – sulla falsa riga delle puntate precedenti, canta un altro classico della musica italiana: Pazza idea di Patty Pravo. Ma stavolta qualcosa (più di una) non funziona. La sua arma vincente è quella di fare suoi i brani che canta ma in questa occasione è sembrata lei la prima ad arrendersi. La Maionchi fa notare che le è mancata quella spinta erotica che fa dell’originale un brano coinvolgente. Ma non solo, all’inizio ha peccato anche nell’intonazione… e non è da lei. Serata decisamente no. Voto 5

Quinta puntata – anche lei, come Ruggero, è reduce dal passaggio a vuoto della scorsa settimana. Ma il riscatto è servito: canta Cornflake Girl di Tori Amos. Personalità e carattere uniti ad un’attenta e precisa intonazione, dalla prima nota all’ultima. L’unico neo è che la ragazza è sullo stesso livello della prima puntata, che era già ottimo. Quindi arrivati alla quinta ci si aspettava un ulteriore progresso che invece non c’è stato. Siamo sicuri che possa dare di più? Voto 7

Sesta puntata – l’ostacolo Madonna non l’ha digerito fin dall’assegnazione, e purtroppo si vede. Ma lei ha una dote fondamentale: canta sempre bene. Può stare nel pezzo, come esserne completamente fuori (come in questo caso, in Ray of light), ma le sue sono quasi sempre delle piacevoli performance. Intonata si, ma stavolta non aggiunge altro. Per fortuna ha un look che finalmente le rende giustizia. Voto 6

Settima puntata – Gianna Nannini è il suo genere, ma Tu che sei parte di me (pezzo cantato dalla Gianna insieme a Pacifico) non rende giustizia alla ragazza. Il brano non si presta molto alle sue qualità: lei ama spingere sull’acceleratore, quasi forzare la performance. E lo fa sempre con un’attenta intonazione. In questa esibizione, seppur piacevole, è sembrata invece frenata e a volte imprecisa. Deve essere più sicura di sè. Voto 6

Ottava puntata – torna finalmente la Nathalie delle prime settimane. Intonazione perfetta, interpretazione sicura e decisa. Canta Let the sunshine, tratto dal musical “Hair”, e si vede che il pezzo è nelle sue corde. Il suo più grande pregio (fuori da X Factor) è che ha una voce così particolare che nasconde quest’immagine un pò insicura che da. Ma televisivamente questo può risultare un difetto enorme ai fini della vittoria (o riuscita) finale. Voto 7

Nona puntata – per lei c’è Underneath di Alanis Morissette. E’ felicissima del brano, ma la performance non è certo una delle migliori. Lei può e deve dare di più: ha grinta, voce e personalità che dovrebbero permetterle di spaccare. Invece viaggia col freno a mano tirato. In più, una volta uscita Cassandra, ci si mette lei ad urlare. Il merito che ha è quello di cadere sempre in piedi, il problema è che da qualche puntata cade troppo spesso. Talento appannato. Voto 6

Decima puntata, 1 manche – l’unica donna superstite canta Fortissimo, pezzo di Rita Pavone e sigla tv del programma “Studio 1″. Ci mette come sempre classe e grinta. L’unico neo è lo stesso fatto presente dalla Tatangelo: canta con un certo velo di tristezza quasi tutti i pezzi. Questo non le consente di alzare il livelo delle sue performance. E’ un diesel, ma deve ingranare questa benedetta marcia. Appannata. Voto 6

Decima puntata, 2 manche – canta Brass in the pocket dei Pretenders. Questo suo modo di cantare così raffinato, unito ad un’anima decisamente rock, la rende molto originale, unica nel suo genere. E’ capace di calarsi con classe in brani di questa levatura, difettando però nell’apparire, dando un’immagine poco convincente. Credo sia l’unico caso in un mondo (quello della musica) in cui tutti si sentono forti ma poco credibili, lei è esattamente il contrario. Originale anche in questo. Voto 7

Undicesima puntata, 1 manche – lei è sicuramente la concorrente che deve fare della ribellione un punto fermo. Cantare Under the bridge dei RHCP vuol dire svestirsi del proprio mondo e cucirsi addosso uno stile che con lei ha davvero poco a che fare. E infatti, seppur brava, è la prima a dare la sensazione di non essere convinta della performance. Impresa. Voto 6

Undicesima puntata, 2 manche – Elio la manda allo sbando per la seconda volta in una serata: canta Blue di Joni Mitchell. Brano difficilissimo, che fatto al piano è ancora più complicato. Ma al tempo stesso fa emergere una classe e una voce invidiabili. Resta la difficoltà del pezzo, ma Nathalie lo rende di una semplicità quasi esagerata. Convincente, ma anche coraggiosa. Voto 7,5

Semifinale, 1 manche – il diesel ha trovato finalmente la giusta dimensione, risultando un concentrato di classe, eleganza, grinta e potenza. Canta Se perdo anche te… ma a perderci sono tutti coloro che si sono privati di questa intensa performance. Complimenti! Voto 8

Semifinale, 3 manche – con Bette Davis Eyes di Kim Carnes conferma di essere davvero in un momento d’oro. Continua il filone delle ultime performance, che l’hanno vista primeggiare insieme a Davide. La solita classe, unita ad una potenza che non sfocia più nel “gracchiare”. Un’esibizione assolutamente da numero uno, anzi da Finale. Voto 9

Finale, 1 manche – realizza il sogno di cantare con Skin un brano degli Skunk Anansie: You follow me down. Semplicemente fantastiche. Un duo pieno di grinta e classe, con Nathalie per nulla intimorita, che fa valere la sua potenza vocale, assolutamente riconoscibile anche se unita ad un’altra voce di tutto rispetto come quella di Skin. Non c’è niente da fare, la ragazza ha ingranato la marcia giusta. Voto 8

Voto finale: 7-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: