Sanremo 2011, terza serata: Roberto Benigni entra a cavallo: il suo monologo dura 50 minuti

L’ospite più atteso del Festival di Sanremo, annunciato in pompa magna da Gianni Morandi, ha catalizzato l’attenzione di tutto il pubblico. E’ ancora una volta Roberto Benigni che entra a cavallo, un cavallo bianco, sventolando il tricolore al grido di “W L’Italia“. La tentazione è quella di strizzare i gioielli a Morandi come fece nel 2002 con Baudo, ma per questa volta passa.

Al diavolo la par condicio, le prime battute sono tutte per Berlusconi. Si parte col caso Ruby: “L’Italia compie 150 anni. Cosa sono 150 anni? L’Italia è piccola, è una minorenne“. Poi si rivolge direttamente al Premier: “Se non ti piace, gira sul due che c’è Santoro. Stasera ti va così, è una serataccia“.

Poi si parte con l’esegesi dell’Inno d’Italia. In parole povere, Benigni ha raccontato com’è nato l’Inno, ne ha spiegato il significato e ha ricordato l’importanza di credere nel valore della Patria. Il suo monologo è durato in tutto circa 50 minuti. In conclusione Benigni ha intonato la prima strofa dell’Inno di Mameli. La sua performance, che ha ricevuto la standing ovation dal pubblico dell’Ariston, è costata alla Rai 250.000 Euro.

17 risposte a Sanremo 2011, terza serata: Roberto Benigni entra a cavallo: il suo monologo dura 50 minuti

  1. natalina scrive:

    ha stufato sempre uguale, se non ci fosse,e per fortuna c’è,Berlusconi cosa dirrebbero. Per 250mila euro poteva fare di meglio.E basta con Berlusconi,ma continuate così alle prossime elezioni stravincerà.

    • margherita scrive:

      Non so cosa hai visto tu ma di Berlusconi ha parlato davvero ben poco considerato tutto quello che si poteva dire. Per il resto ha raccontato l’inno d’Italia e, indipendentemente dal suo credo politico, è stato BRAVISSIMO.Ammetterlo non significa essere di sinistra ma solo obiettivi.

    • Vero scrive:

      Ahah..già, basta dai ha STUFATO! Si sente TUTTI i giorni Roberto Benigni alla rai a parlare..Che squallore, mi fa ridere leggere cose del genere, mi fa ridere pensare che per una volta una, di quelle rare volte che ci si trova di fronte una persona colta una persona consapevole di ciò che dice e di come lo dice ci siano ancora persone che giudicano, persone che giudicano i 50 minuti di tv più importanti degli ultimi anni..un uomo che cerca di ricordare che l’Italia è un insieme di valori, di tradizioni, di cultura e non è lo specchio di un bunga bunga o di altro schifo. Nessuno, sottolineo nessuno vuole offendere il vostro Silvo Berlusconi, il nostro caro premier, dico solo una cosa..anche io se entro in un negozio e rubo qualcosa sono libera di dire, per difendermi, che non sono stata io anche se in quel momento c’era gente che mi ha visto, lo posso fare benissimo perchè ci sarà sempre, sempre qualcuno che dirà che non sono stata io. Il punto è solo questo ci saranno sempre persone che anche di fronte alla realtà cruda, di fronte all’evidenza negheranno, negheranno sempre..Quindi, per favore, natalina su youtube c’è il suo discorso a Sanremo, fallo per me ascoltalo una seconda volta..ah e un ultima cosa, tornando alla frase “..se non ci fosse, e per fortuna c’è, Berlusconi cosa direbbero.”beh fatti una domanda piuttosto, secondo te perchè se ne parla tanto? Sì, alle elezioni vincerà comunque, senz’altro, ne sono convinta anch’io ma poi vedremo dove arriveremo.

  2. Kin scrive:

    Spero che tra i giovani vinca Gualazzi… E’ un genio!

  3. giorgio scrive:

    sapete se si puo’ rivedere on line , io vivo all’estero

  4. lucilla scrive:

    Vuoi l’obiettività, Margherità? Forse sarebbe meglio la soggettività, ovvero il gusto personale; per il mio, Benigni è una persona enormemente sopravvalutata.
    In Toscana, di persone così, che facciano battute di spirito irriverenti, ne trovi quante ne vuoi. Anche migliori di lui.
    In ogni caso, il guaio di voi pensatori di sinistra è proprio quello di non accettare che qualcuno la pensi diversamente da voi: Benigni deve essere osannato da tutti e basta. Ma a me non piace affatto, non mi fa ridere e sono libera di dirlo. Se gli tolgono Berlusconi, cos’altro ha in repertorio? I monologhi sull’organo femminile? le tastate al cavallo dei pantaloni dei presentatori? Che volgarità! Ma non erano i destrorsi, quelli volgari? Democrazia (demos-cratos, governo del popolo, in sostanza quello che ha vinto le elezioni)non significa aderire pedissequamente alle vostre idee, ma essere liberi di esprimere le proprie senza essere dileggiati alla stregua di ignoranti.
    Ribadisco: quel volgarissimo grullo pelato non mi fa ridere. Ha fatto la ricerchina sull’inno, sai che sforzo! E la Divina Commedia la leggeva meglio Gassman!
    Lucilla

  5. giorgio scrive:

    il guaio di voi pensatori di sinistra è proprio quello di non accettare che qualcuno la pensi diversamente da voi:

    bhe se incominci cosi una frase ,,,,, non mi pare che tu sia tanto diverso da loro ,,,

    comunque , la grande forza del potere e’ di dividerci e di cambiare il nome alle cose per forviarne il significato
    sinistra ,destra ( che poi una volta era nazional socialismo ) pacifisti = disobbedienti , girotondini ,etc ..

  6. emi scrive:

    per fortuna come lucilla cei ne sono pochissimi. come pretende di capire un roberto benigni ? è proprio vero: la mamma dello scemo è sempre incinta.comunque le mie considerazioni sono sprecate per simili esseri….

  7. Giusi scrive:

    In 50 minuti ci ha fatto prima ridere e poi commuovere, tanti fanno ridere su Berlusconi, ma pochi, davvero pochi, mi hanno fatto fin’ ora riflettere sul senso della patria restituendomi l’ orgoglio di essere Italiana.

  8. white89 scrive:

    “la sua performance, che ha ricevuto la standing ovation dal pubblico dell’Ariston, è costata alla Rai 250.000 Euro.”
    però la rai ha guadagnato chissà quanti milioni.
    benigni immenso. dovrebbe fare in seconda serata delle lezioni di storia,come in passato lesse la Commedia.

  9. Antonio scrive:

    mi associo a “emi” per aggiungere che è anche molto prolifica purtroppo

    • Neocon scrive:

      molto articolate la tua risposta e quella di “emi”, complimenti, sono sconvolto da tanta arguzia e sottilissima sagacia, che menti! è proprio vero, però non sarà anche un po’ puttana questa sempre incinta, secondo me prende da destra a manca, il problema però è che i cervellini sguaiati e un poco vili si spostano a grupponi tutti a sinistra, la nella discarica delle ideologie precotte pronte da indossare, dove c’è l’ammasso e possono fare i girotondi, cantarsela e suonarsela senza bisogno di pensare troppo :))))

      • gsax scrive:

        you are welcome ,,,,, ma cazzo , io vivo a barcellona e mho mi sposto a tawan ,,, in europa non ci si sta piu

  10. mia scrive:

    Benigni ha devoluto il compenso di 250.000 euro all’ospedale Meyer di Firenze per la costruzione di un nuovo padiglione!

  11. Caterina scrive:

    Benigni non è mai banale, anche quando incassa cifre esorbitanti. Ha un grande cuore! Ho apprezzato molto la sua lezione di storia e penso che abbia aperto un piccolo foro nel cuore di tanti italiani. Non sarebbero bastati comizi, manifestazioni o altro, per avere gli stessi risultati del monologo di Benigni.

  12. veronica scrive:

    io credo, al di la di tutti i discorsi che vengono fatti a prescindere, che ognuno sia libero di pensarla a suo modo… rispettando qiundi le opinioni di tutti, come molti non riescono a fare; io credo che dovremmo cercare di guardare molto… di più verso noi stessi che non pensare a giudicare sempre gli altri, specie di chi non si conosce nella vita privata, non resa pubblica. Io credo che personalmente Roberto sia una persona di gran cuore e di gran cervello… non è una persona prevalentemente costruita, come non credo che sia un Dio sceso in terra ne che lo si senta, ma una persona comune amata per quello che è, e che le sue parole negli spettacoli non siano solo dettate da un generico copione ma che ci sia molto del suo essere e del suo pensare oltre che della realtà in cui viviamo; riguardo a quanto guadagni penso che come lui ci siano molte altre persone a non aver problemi in questo senso e che come non farebbe un Dio sceso in terra fanno morire di fame mezza, o più di mezza, Italia mentre loro se ne stanno beati a pancia piena alla faccia nostra , commettendo i peggiori dei reati come se fosse il loro pane quotidiano, e poi si permettono di insegnare la morale della vita muovendoci come burattini attaccati a dei fili che muovono a loro piacimento, per il loro benessere; tanti che soldi o non soldi fanno le peggior cose che esistono al mondo, ed altri che come Benigni, al di la dei soldi che guadagnano non debbano essere per forza etichettati… forse nel loro privato protrebbero anche essere migliori di noi, migliori di tanti….la simpatia è un’altra cosa…la coscienza,la dignità,l’onestà è ciò che conta,non credo che ce la si debba predere con Benigni solo perchè non a tutti sta simpatico…o perchè semplicemente di sinistra o forse solo perchè è una persona inteligente come poche….in ogni cosa ci vuole cautela e consapevolezza per riuscire a fare le cose bene senza fare del male…

  13. JAY scrive:

    Benigni è un analfabeta, come Morandi e tutti della RAI. Pensano di vendere cultura, ma in realtà vendono solo spazzatura. Se questa piace ad una fetta consistente degli Italiani, vuol dire che siamo proprio messi male!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: