Grande Fratello, verità e bugie sulla crisi d’ascolti di fine decennio. Il format è giunto al capolinea? Di chi è la colpa?

4 dicembre 2010

E’ ora di fare un pò di chiarezza. Da quando si è sparsa la notizia che il Big Brother inglese avrebbe chiuso i battenti, i detrattori del GF e dei suoi simili ne hanno subito approfittato per parlare di crisi del format, generalizzando la situazione inglese a livello mondiale e cercando di inculcare questa idea a tutto il pubblico.

Mettiamo dei paletti. Il Big Brother inglese è proprio all’opposto di quello italiano, per tantissimi motivi. Prima di tutto il Big Brother nel Regno Unito non ha mai avuto la stessa popolarità che il GF ha in Italia, se non giusto sul web dove l’unica cosa che faceva notizia del Big Brother erano scene e dialoghi ai limiti del porno. Per non parlare dei concorrenti, tutt’altro che normali, eccentrici al limite del grottesco. Roba che George Leonard gli faceva un baffo.

Leggi il seguito di questo post »


Big Brother Africa 5, la rissa tra Hannington e Lerato genera polemiche per i diritti delle donne (video)

20 settembre 2010

C’è un’edizione del Big Brother che negli ultimi giorni è balzata in testa ai media internazionali. Si tratta della quinta edizione del Big Brother Africa, in versione All Star, alla quale cioè partecipano concorrenti delle passate stagioni del programma, ognuno proveniente da un diverso stato africano.

Tra questi c’è Hannington Kuteesa, un ragazzo ugandese di 24 anni. Succede che quando i concorrenti di questa edizione vengono eliminati, non lasciano la casa, ma la loro reclusione continua in un altro ambiente: il tugurio. Qui, Hannington, al 58esimo giorno di reclusione (Martedì scorso), ha un diverbio con una sua coinquilina, Lerato Sengadi, 26 anni, dal Sudafrica.

Leggi il seguito di questo post »


Big Brother Uk, è amore gay sotto i riflettori tra Andrew e l’italiano Mario (video)

25 agosto 2010

Se in Italia bisogna attendere un paio di mesi per il nuovo Grande Fratello, in Inghilterra si è da poco conclusa l’undicesima edizione, vinta da una certa Josie.

Ma l’ultimo mese, all’interno della casa più spiata dagli inglesi, è stato vissuto all’insegna di una storia d’amore gay tra due ragazzi. Uno è Mario, italiano di Venezia, definito da  molti come un narcisista ed esibizionista; l’altro è Andrew, il classico genio della matematica e sfortunato con le donne. Coccole, intimità e giochi erotici tra i due hanno fatto chiacchierare mezza Nazione; per molti è vero amore, per altri è soltanto un tentativo di far parlare di sè per avere successo e copertine dei giornali.

Leggi il seguito di questo post »


Endemol oppressa dai debiti a causa dei reality? La stampa americana lancia l’allarme. Ma dall’Italia arriva la replica: “Nessun problema con i creditori”

20 agosto 2010

Il giornale americano Daily Beast in un articolo dal titolo “Reality Tv Goes Bust” lancia oggi  l’allarme sulla situazione finanziaria di Endemol, la società fondata nel 1994 da John de Mol e Joop van den Ende che oggi produce programmi in circa 23 diversi Paesi. Il quotidiano riporta che la banca d’affari Goldman Sachs sta lavorando con John De Mol per attuare una ristrutturazione finanziaria e salvare il gruppo dalla bancarotta.

Secondo le fonti del quotidiano, la casa di produzione avrebbe debiti per oltre 3 miliardi di dollari e rischia ora di trovarsi in una crisi di liquidità. Il motivo di questa situazione sarebbe una campagna di acquisti triennale  da 300 milioni di dollari, in un momento in cui la società non riusciva a lanciare nuuovi format e le tv americane abbandonavano i reality, che venivano relegati nelle tv via cavo.

Leggi il seguito di questo post »


16 Settembre 1999: 10 anni fa nasceva il Big Brother

16 settembre 2009

10years big brother

Già, sono passati davvero 10 anni. Era un Giovedì, il 16 Settembre 1999 quando sugli schermi del canale olandese Veronica, nove sconosciuti facevano ingresso in una strana casa piena di specchi e telecamere.  Si chiamavano Bart, Bianca, Karin, Martin, Maurice, Ruud, Sabine, Tara e Willem. Non potevano saperlo, ma vivendo la loro quotidianità e i loro sentimenti in quella casa, ignari di ciò che accadeva al di fuori, queste nove persone avevano dato il via alla più grossa rivoluzione che la televisione abbia mai conosciuto.

Tara si ritirò dopo appena 5 giorni, e al suo posto entrò Mona. Al 48° giorno entrarono altri due concorrenti, Cyrille e Anouk. Dopo 106 giorni di reclusione, il pubblico incoronò come  suo vincitore Bart Spring, 22 anni, che anni dopo la sua vittoria ha rinnegato la sua esperienza nel reality show e ha confessato di aver avuto ben 5 esaurimenti nel disperato tentativo di tornare ad essere una qualunque persona comune.

La reazione del pubblico fu immediata, in milioni seguivano le gesta di questi illustri sconosciuti tramutati in eroi nazionali. Da segnalare anche il primo forum non ufficiale comparso su internet che in breve tempo diventò un centro di discussione sul programma e che venne riconosciuto in seguito anche dalla stessa produzione: parliamo di FOK!, un sito esistente ancora oggi.

Leggi il seguito di questo post »


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: